Il Turismo pugliese tra tradizioni e necessità di divenire industria

Turismo Pugliese

Venerdì 15 ottobre, presso lo Studio Legale De Nitto Personè (Via Palmieri, 9 – Lecce), sede di rappresentanza di GIM Legal in Puglia, a partire dalle ore 17,00, si terrà la Tavola Rotonda “Il Turismo pugliese tra tradizioni e necessità di divenire industria”.

La tavola rotonda avrà inizio con una breve presentazione di GIM Legal STA, studio legale specializzato nell’assistenza e consulenza societaria e regolamentare nei settori della finanza, del real estate, insurance e capital markets e sarà arricchita dalla presenza e dagli interventi di ospiti e stakeholders di grande rilievo per il territorio, con un focus molto specifico su tematiche di primario interesse per il presente ed il futuro della Puglia, soprattutto in relazione al settore Turismo.

Saranno presenti:

  • Carlo De Nitto Personè – GIM Legal (Moderatore)
  • Alessandro Matteini – GIM Legal
  • Monica Palma – Unisalento
  • Giuseppe Coppola – Cantine Coppola
  • Massimo De Donno – Banca Sella
  • Stefania Mandurino – Elios Tour
  • Fioravante Totisco – Gruppo CDS
  • Andrea Vernaleone – Puglia Sviluppo

La tavola rotonda sarà una piacevole occasione dove poter introdurre uno stimolante confronto sulle possibili interazioni tra turismo ed imprenditoria, mettendo in relazione l’enorme patrimonio culturale, la ricchezza enogastronomica e delle ricchezze naturali della Puglia con un tessuto imprenditoriale che vuole rilanciarsi, innovarsi e migliorarsi, cogliendo le opportunità che il momento storico offre.

Per tutelare la salute degli invitati, sono stati predisposti tutti i presidi di sicurezza previsti dalla legge per far fronte alla pandemia Covid-19.

Il mercato azionario e Binance Stock Token

Binance

Da aprile, Binance ha avviato emissioni di Stock Tokens che permettono di operare, anche in modo frazionato e senza commissioni, su alcuni titoli azionari tradizionali.

Le prime emissioni dei token negoziabili hanno riguardato Tesla Inc. (TSLA) e Coinbase Global Inc. (COIN), ma la piattaforma ha già annunciato di voler presto offrire più token e funzionalità.

I token azionari possono attualmente essere negoziati con i BUSD (la stablecoin emessa da Binance) e replicano l’andamento dei titoli finanziari tradizionali, che restano custoditi in un portafoglio titoli gestito[1] in rapporto delta uno (1:1).

Ai possessori di Stock Tokens vengono perciò riconosciuti i dividendi e gli altri eventuali diritti e vantaggi economici tipicamente conseguenti alla detenzione del titolo sottostante, esclusi i diritti di voto.

Binance mira così ad offrire riscontro alle esigenze di diversificazione dei possessori di cripto-asset, come alla crescente domanda di titoli apprezzati da parte di (molti) utenti retail che altrimenti non potrebbero accedervi.

Infatti, un’azione di valore unitario cospicuo, con Stock Token può essere acquistata solo per una frazione (ad esempio, fino allo 0,01) anziché per l’intero valore del titolo e attribuire i relativi rendimenti in modo automatico e semplice.

L’interfaccia ordini, le impostazioni grafiche e i presupposti di identificazione sono analoghi a quelli già in uso per le cripto-attività, ma a differenza dei “normali” mercati crypto, i token potranno essere riscattati (in BUSD) dall’emittente, senza possibilità di riscatto delle specifiche azioni sottostanti e il trading seguirà gli orari dei mercati regolamentati (NYSE/NASDAQ = 9:30–16:00 EST), al di fuori dei quali, non saranno consentiti aggiornamenti di prezzi o ordini.

[1] Ogni token è supportato da azioni detenute da CM-Equity AG, una società di gestione patrimoniale autorizzata e completamente regolamentata in Germania. CM-Equity AG affida le azioni acquisite a una società di intermediazione di terze parti per la custodia. Inoltre, CM-Equity AG monitorerà tutte le attività di trading per la conformità alle norme vigenti.

GIM Legal in nomination ai LegalCommunity Finance Awards 2021

LC Finance Awards 2021

Giovedì 1° Luglio 2021, a partire dalle ore 19.30, si terrà all’ottava edizione dei LegalCommunity Finance Awards 2021 e sarà possibile parteciparvi sia in formato digitale che – finalmente – in presenza presso il Palazzo delle Stelline a Milano.

L’evento di LegalCommunity, come ogni anno, grazie ad una azione di costante monitoraggio ed identificazione delle migliori realtà italiane e grazie alla collaborazione con una nutrita giuria di esperti, si pone l’obiettivo di individuare e premiare quelle che sono state individuate come Best Practice dell’area Finance.

GIM Legal, alla sua quarta partecipazione, concorre nelle categorie:

  • Studio dell’anno Finance Regulatory
  • Professionista dell’anno Finance Regulatory – Luigi Rizzi
  • Studio dell’anno Private Clients
  • Professionista dell’anno Private Clients – Luigi Rizzi
  • Studio dell’anno Minibond
  • Professionista dell’anno Minibond – Luigi Rizzi

GIM Legal e l’avv. Rasori in nomination agli Awards Legalcommunity Forty Under 40 Italy 2021

LegalCommunity

Sabato 26 giugno 2021, si terrà la nuova edizione dei Awards Legalcommunity Forty Under 40 Italy 2021 e GIM Legal concorre con i migliori studi legali italiani, selezionati dalla redazione, per la categoria Fintech grazie alla nomination dell’Avvocato ed Associate Manuela Rasori.

L’evento organizzato da Legalcommunity, avvalendosi della collaborazione con una nutrita giuria di esperti, si pone l’obiettivo di individuare e premiare quelle che risultano essere, per qualità della consulenza, delle operazioni concluse e dei clienti assistiti, i giovani ed eccellenti professionisti italiani del settore legale che nell’ultimo anno si sono contraddistinti nell’industry di appartenenza.

Legalcommunity Awards Forty Under 40

GIM Legal ha partecipato alla Consultazione EBA sulle Linee Guida per l’attività di vigilanza AML/CFT

EBA

GIM Legal, società di Avvocati di affari e Dottori Commercialisti specializzata nel settore della consulenza legale e regolamentare, ha partecipato e contribuito alla consultazione pubblica e internazionale indetta dall’Autorità Bancaria Europea (EBA) in tema di Draft Guidelines on the Risk-Based Supervision under Article 48(10) EU Directive 2015/849, con particolare riguardo all’attività di vigilanza AML/CFT basata sul rischio ed in carico alle Autorità Competenti.

Il team che ha partecipato alla Consultazione è stato supervisionato dal Managing Partner, il prof. Luigi Rizzi, dall’Associate ed avvocato Marco Conti e dal Junior Associate Marco Meroni.

Per maggiori informazioni, è possibile consultare il sito di EBA al seguente link: https://www.eba.europa.eu/calendar/consultation-revised-guidelines-risk-based-amlcft-supervision

La sentenza BMPS e il presunto obbligo di impedimento dei reati in capo all’Organismo di Vigilanza

“Il Tribunale di Milano, con la sentenza emessa in relazione al noto caso BMPS, ha nuovamente sollevato la questione relativa al presunto obbligo impeditivo del reato in capo all’OdV pronunciandosi, sul tema, in senso affermativo”, esordisce l’avv. Marco Conti, Associate e coordinatore del team White Collar Crime di GIM Legal.

A tal proposito è necessario citare un passaggio della pronuncia del Giudice Meneghino secondo cui «l’Organismo di Vigilanza – pur munito di penetranti poteri di iniziativa e controllo, ivi inclusa la facoltà di chiedere e acquisire informazioni da ogni livello e settore operativo della Banca, avvalendosi delle competenti funzioni dell’istituto (così il regolamento del luglio 2012) – ha sostanzialmente omesso i dovuti accertamenti funzionali alla prevenzione dei reati, indisturbatamente reiterati (…)».

“La conclusione a cui perviene il Tribunale di Milano, – commenta l’Associate di GIM Legal – come d’altronde condiviso da tanti addetti ai lavori che hanno espresso la loro opinione sul punto, parrebbe minare l’impianto del Decreto Legislativo n. 231/2001 poiché suscettibile di condurre ad uno stravolgimento del ruolo, e soprattutto delle funzioni, dell’Organismo di Vigilanza”.

“L’Organismo di Vigilanza non ha il compito di prevenire concreti episodi delittuosi, bensì quello di assicurare l’effettività e l’adeguatezza del Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo – conclude l’avv. Conti – e ha l’onere di svolgere verifiche con carattere di continuità che siano tese a rilevare potenziali gap nel Modello 231 da porre all’attenzione dei vertici dell’azienda i quali, successivamente, si attiveranno concretamente per risolvere le urgenze eventualmente rilevate”.

GIM Legal ha partecipato alla Consultazione ESMA sul Regolamento UE Crowdfunding

Focus sui Technical Standards dell’European Crowdfunding Service Providers Regulation (ECSPR)

 

GIM Legal, società di Avvocati di affari e Dottori Commercialisti specializzata nel settore della consulenza legale e regolamentare, ha partecipato e contribuito alla consultazione pubblica e internazionale indetta dall’Autorità Europea degli Strumenti Finanziari e dei Mercati (ESMA) in tema di draft technical standards in relazione al regolamento Crowdfunding come previsto dall’European Crowdfunding Service Providers Regulation (ECSPR).

I Technical Standards saranno poi presentati dall’ESMA alla Commissione Europea (EC) per l’adozione prima del 10 novembre 2021.

Per rispondere ai quesiti ESMA, GIM Legal ha predisposto un team multidisciplinare composto da: l’avv. Marco Corica, founding partner e responsabile del team Venture Capital, l’avv. Giulia Aranguena, partner e responsabile del team Fintech, l’Of Counsel Giovanni Sanna e le legal trainee Annalaura Pisu e Virginia Nigro.

“Nell’ultimo biennio il Crowdfunding, come testimoniano numerosi studi e report, ha attirato l’interesse di startup, pmi e aziende di tutte le dimensioni in cerca di liquidità e fonti alternative di finanziamento ai canali tradizionali come le banche, e quello degli investitori professionali – e non solo – che intendono utilizzare nuove modalità di investimento basate su sistemi tecnologici ed innovativi” afferma l’avv. Marco Corica, founding partner di GIM Legal.

“Partecipando al processo di definizione degli standard tecnici del Regolamento Europeo Crowdfunding – continua l’avv. Corica, responsabile del team Venture Capital – crediamo di aver offerto un importante contributo legale e regolamentare che aiuterà l’ESMA nella migliore definizione di norme e clausole che garantiranno degli standard di legalità e qualità dei servizi ancora più alti, aumentando il grado di sicurezza ed i presidi per una adeguata compliance a tutela sia degli investitori che dei gestori.”.

“Transazioni, scambi e compravendite in modalità mobile e virtuale crescono ad un ritmo mai visto, oltre il 20% l’anno – afferma l’avv. Giulia Aranguena, partner responsabile del dipartimento Fintech di GIM Legal – e la rivoluzione tecnologica in corso sta aprendo la strada a nuove modalità di investimento, come il Crowdfunding; iniziative come questa Consultazione ESMA sono una grande opportunità per proporre, da esperti della materia, delle soluzioni che garantiscano maggiore legalità, trasparenza e sostenibilità, sia per chi offre il servizio, sia per chi ne usufruisce”.

Per maggiori informazioni, è possibile consultare il sito dell’ESMA al seguente link: https://www.esma.europa.eu/press-news/consultations/consultation-draft-technical-standards-under-ecsp-regulation

 

<blockquote class=”twitter-tweet”><p lang=”en” dir=”ltr”><a href=”https://twitter.com/ESMAComms?ref_src=twsrc%5Etfw”>@ESMAComms</a> has recently published the responses to the consultation on the draft techniques of the European <a href=”https://twitter.com/hashtag/Crowdfunding?src=hash&amp;ref_src=twsrc%5Etfw”>#Crowdfunding</a> Regulation. We took part in it thanks to our <a href=”https://twitter.com/hashtag/Fintech?src=hash&amp;ref_src=twsrc%5Etfw”>#Fintech</a> &amp; <a href=”https://twitter.com/hashtag/BlockFin?src=hash&amp;ref_src=twsrc%5Etfw”>#BlockFin</a> team <a href=”https://twitter.com/maiameraime?ref_src=twsrc%5Etfw”>@maiameraime</a> <a href=”https://t.co/gDwV2ZHiXq”>https://t.co/gDwV2ZHiXq</a></p>&mdash; GIMLegal (@GIM_Legal) <a href=”https://twitter.com/GIM_Legal/status/1403339732013170689?ref_src=twsrc%5Etfw”>June 11, 2021</a></blockquote> <script async src=”https://platform.twitter.com/widgets.js” charset=”utf-8″></script>

GIM Legal vince il bando per assistere Euregio Plus SGR nell’avvio di un fondo di investimento immobiliare per il settore ricettivo in Trentino Alto Adige

GIM Legal, studio legale specializzato nei settori financial services e real estate, si è aggiudicato la gara per supportare, quale advisor legale e regolamentare, Euregio Plus SGR S.p.A., società in house della Provincia Autonoma di Bolzano e della Regione Trentino-Alto Adige, nella promozione e costituzione di fondo di investimento alternativo immobiliare finalizzato al supporto del settore turistico ricettivo in Alto Adige / Südtirol e in Trentino con un obiettivo di raccolta fino a Euro 100.000.000.

“Esserci aggiudicati questo bando – afferma Sergio Beretta, Operations Partner dello studio – è un motivo di grande orgoglio e siamo felici di contribuire all’avvio di un progetto per supportare un settore, quello ricettivo, cosi strategico per la nostra economia ma duramente colpito dal Covid-19”.

“Il rilancio del mercato immobiliare italiano – conclude Alessandro Matteini, Partner di GIM Legal e responsabile dell’area Real Estate dello Studio – richiede strumenti di aiuto innovativi e alternativi a beneficio dell’industria del turismo nell’ottica di adeguare il comparto di riferimento, sia dal punto di vista aziendale che immobiliare, agli standard internazionali. Questa iniziativa darà un significativo impulso al benessere del territorio e della filiera, creando occupazione e contribuendo ad attrarre nuovi capitali”.

GIM Legal con Invicta Securities Limited per l’autorizzazione allo stabilimento in Italia di una Branch di impresa di investimento extra-UE

Roma, 1 luglio 2021 – GIM Legal, studio legale specializzato nei settori financial services, real estate, fondi di investimento, capital market, con un team coordinato da Luigi Rizzi (Managing Partner) e composto da Manuela Rasori (Associate) ed Emanuele D’Auria (Junior Associate), ha fornito assistenza e consulenza ad INVICTA Securities Limited, impresa di investimento londinese specializzata nel mercato dei titoli a reddito fisso e regolata dalla Financial Conduct Authority (FCA), nell’ambito della procedura di autorizzazione allo stabilimento di una branch di impresa di investimento di Paese terzo in Italia, resasi necessaria in ragione della Brexit.

GIM Legal ha predisposto tutta la documentazione necessaria a porre in essere gli adempimenti previsti dalla normativa di riferimento e curato i rapporti con le Autorità italiane (Consob e Banca d’Italia).

A seguito della Brexit, lo stabilimento della Branch in Italia è un risultato particolarmente significativo per la Società alla luce del fatto che, attualmente, risultano iscritte nell’apposito Albo Consob soltanto cinque imprese di investimento di Paese terzo autorizzate ad operare in Italia tramite succursale.

 

Rassegna Stampa:

Global Legal Chronicle

Sole 24 Ore – Norme & Tributi +

LawTalks

Citywire

 

Inside Finance Podcast: “Investimenti in infrastrutture sociali

Il Podcast Inside Finance è un programma di audio interviste dedicato agli investitori, alle aziende alla ricerca di nuove fonti di finanziamento e ispirazione, agli operatori del settore e agli appassionati di Finanza che intendono andare a fondo nel capire la base del successo e le visioni per il prossimo futuro da parte delle personalità dell’industria e della finanza italiana che rappresentano le Istituzioni preposte, i vertici delle società di eccellenza nei vari settori, di imprese di nicchia specializzate in prodotti e servizi innovativi, persone che hanno raggiunto risultati straordinari oppure personalità che hanno visioni ed esperienze completamente “fuori dal coro”.

Il principio di base di ogni episodio è quello dell’utilità per gli ascoltatori, quindi temi e approfondimenti che possano essere di aiuto per una migliore e piu’ efficace gestione degli investimenti e della finanza d’impresa, una brillante carriera o spunti imprenditoriali entrando “Inside Finance” in modo intimo, autentico e informale.

La seconda intervista ha visto la presenza, in qualità di ospiti, di Andrea Cornetti che dal novembre 2019 è l’Amministratore Delegato Real Estate e Infrastrutture di Azimut Libera Impresa Sgr, piattaforma integrata di prodotti e servizi dedicata a imprenditori e PMI da un lato e investitori/risparmiatori dall’altro e Luigi Rizzi, Managing Partner di GIM Legal.

Il focus del Podcast verte sul mondo e sul mercato Real Estate e delle infrastrutture, con particolare riguardo al tema degli investimenti in infrastrutture sociali, gli impatti che i principi ESG avranno sul settore e l’evoluzione di alcuni strumenti di investimento alla luce di nuove esigenze e tecnologie.

L’analisi parte dal contesto odierno e generale ma con l’obiettivo di andare ad esaminare e spiegare agli ascoltatori il ruolo centrale – per il rilancio dell’economia italiana post Covid-19 – degli investimenti in infrastrutture che, in un contesto come quello odierno, stanno assumendo ed assumeranno un peso specifico di grande rilievo per il rilancio e la crescita del nostro paese, soprattutto per i rilevanti impatti sociali di tali investimenti.

L’episodio è disponibile all’ascolto in versione ridotta (oltre che su Google Podcast e Apple Podcast) sulle piattaforme:

Spotify

Spreaker

e integrale:

Spotify

Spreaker