GIM Legal con Invicta Securities Limited per l’autorizzazione allo stabilimento in Italia di una Branch di impresa di investimento extra-UE

Roma, 1 luglio 2021 – GIM Legal, studio legale specializzato nei settori financial services, real estate, fondi di investimento, capital market, con un team coordinato da Luigi Rizzi (Managing Partner) e composto da Manuela Rasori (Associate) ed Emanuele D’Auria (Junior Associate), ha fornito assistenza e consulenza ad INVICTA Securities Limited, impresa di investimento londinese specializzata nel mercato dei titoli a reddito fisso e regolata dalla Financial Conduct Authority (FCA), nell’ambito della procedura di autorizzazione allo stabilimento di una branch di impresa di investimento di Paese terzo in Italia, resasi necessaria in ragione della Brexit.

GIM Legal ha predisposto tutta la documentazione necessaria a porre in essere gli adempimenti previsti dalla normativa di riferimento e curato i rapporti con le Autorità italiane (Consob e Banca d’Italia).

A seguito della Brexit, lo stabilimento della Branch in Italia è un risultato particolarmente significativo per la Società alla luce del fatto che, attualmente, risultano iscritte nell’apposito Albo Consob soltanto cinque imprese di investimento di Paese terzo autorizzate ad operare in Italia tramite succursale.

 

Rassegna Stampa:

Global Legal Chronicle

Sole 24 Ore – Norme & Tributi +

LawTalks

Citywire

 

GIM Legal con Invicta Securities Limited nell’apertura della Branch italiana

Roma, 5 agosto 2020 – GIM Legal, con un team coordinato da Luigi Rizzi (Managing Partner) e composto da Miranda Manenti (Senior Associate) e Manuela Rasori (Associate), ha fornito assistenza e consulenza ad INVICTA Securities Limited, impresa di investimento londinese specializzata nel mercato dei titoli a reddito fisso e regolata dalla Financial Conduct Authority (FCA), nell’ambito della procedura di autorizzazione all’apertura di una branch in Italia.

GIM Legal ha predisposto tutta la documentazione necessaria a porre in essere gli adempimenti previsti dalla normativa di riferimento e curato i rapporti con il Regolatore UK e la Consob.

L’apertura della branch in Italia è particolarmente significativa per l’impresa di investimento londinese, in quanto avviene in un periodo di incertezza e difficoltà derivante dall’uscita del Regno Unito dall’UE, soprattutto nella prospettiva che si concretizzi uno scenario di “no deal”.